Terra. Luogo del nostro Abitare
5.6 Ottobre 2019

Settimana dedicata a Cagliari e alla riscoperta dell’Orto Botanico, alla sua storia, alle suggestioni che può provocare e il benessere che può dare.

2 giornate in cui vivere l'Orto Botanico di Cagliari

con incontri di approfondimento sulla storia e la cultura di Cagliari, la scienza botanica, esplorazione della coscienza con musica, versi e danza.

Sabato 5 Ottobre

10:00 Saluto delle Autorità
10:30 Dott. Gianni Filippini – Apertura Festival sul tema “Cagliari, la sua storia e la sua cultura”
11:00 Conferenza su come la Botanica e l’architettura del paesaggio abbiano influenzato lo sviluppo di Cagliari – a cura del Dott. Gianluca Iiriti
12:00 Conferenza tenuta da Andrea Miceli “La rivoluzione della coscienza”
13:00 Visita all’Orto Botanico – 1° percorso ecologico
17:00 Reading a cura dell’Officina dei Poeti + Ospiti

I protagonisti della giornata

Gianni Filippini

Gianni Filippini, giornalista e direttore editoriale del quotidiano L’Unione Sarda. Classe 1932. Cagliaritano da sempre. Un intellettuale con quasi centocinquanta libri divorati, media annuale. Un mancato magistrato o prefetto, divenuto giornalista per caso. Ha tenuto corsi di giornalismo all’Università di Cagliari, un mare di premi conseguiti, Assessore alla Cultura del Comune di Cagliari, scrittore instancabile, conduttore di programmi radiofonici e televisivi. Un eccezionale maestro di scrittura e di vita.. Con umiltà e stupore ancora svela sogghignando il caso manipolato dal destino, o viceversa, non si sa, che lo ha voluto per più di sessant’anni al servizio di un grande quotidiano, e dei suoi lettori. Racconta dei suoi maestri, le antiche rotative dall’indimenticabile profumo d’inchiostro di viale Regina Elena e gli sguardi terapeutici sulla città, tutta. Il rapporto di grande stima reciproca con vecchi e nuovi editori. Il non arrendersi mai di fronte a una concorrenza, spesso spietata. L’unione Sarda era ed è sempre stata la sua flotta, il suo grande naviglio. Una carriera prestigiosa che inizia come correttore di bozze per poi abbattere i tempi verso il giornalista di prima firma (seimila articoli), inviato speciale, direttore responsabile, editorialista; oltre che ideatore principe di centinaia di pubblicazioni, collane editoriali, DVD; riuscendo a piazzare nelle case più di sette milioni di copie. Interverrà alla inaugurazione del Festival raccontandoci la sua città. Cagliari.

Gianluca Iiriti

Naturalista, dottore di ricerca in Botanica Ambientale e Applicata. Coordinatore tecnico presso l'Orto Botanico dell' Università degli studi di Cagliari. Responsabile del verde dell'Ateneo. Presiede la Sezione Sarda della Società Botanica Italiana. Ė autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative. Dal mese di giugno del 2003 è Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Botaniche dell’Università degli Studi di Cagliari svolgendo, oltre alle attività di ricerca coordinate dal responsabile scientifico, compiti didattici relativi al tutoraggio per gli studenti di Botanica del Corso di studi in Scienze Naturali. Collabora con centri e gruppi di ricerca di altre Università sia Italiane che europee su tematiche relative alla flora, alla fitosociologia, alla biosistematica vegetale, alla conservazione della biodiversità e alla fitogeografia presentando i lavori in congressi nazionali e internazionali. Occasionalmente partecipa come esperto di Scienze Botaniche in progetti coordinati da soggetti sia pubblici che privati. Principali titoli formativi: - Dottorato di Ricerca in Botanica Ambientale ed applicata (A.A. 2006-2007, XIX Ciclo); Dipartimento di Scienze Botaniche, Università degli Studi di Cagliari. - Tirocinio di formazione (2001); Università degli Studi di Cagliari e Azienda Vivaistica Mannuflor S.A.S. (San Sperate). - Seminario in “Gestione delle zone umide – sperimentazione di metodologie formative e didattiche” (2001); Associazione Parco Molentargius-Saline-Poetto e Legambiente. - Corso di Perfezionamento in “Urbanistica: territorio e ambiente”( A.A. 2000-2001); Università degli Studi di Cagliari. - Laurea in Scienze Naturali (A.A. 2000-2001); Università degli Studi di Cagliari. - Seminario di Diritto Ambientale: normative di tutela costiera, aree protette, valutazione d’impatto ambientale (1998); Gruppo di Intervento Giuridico. - V° stage didattico-metodologico: “Dinamismo della vegetazione in ambiente Termomediterraneo” (1996). Gruppo di Lavoro per la Vegetazione della Società Botanica Italiana. - Borsa di Studio Erasmus (A.A. 1994-1995); Università di Granada (Spagna).

Andrea Miceli

Andrea Miceli nato a Castelvetrano (TP) il 6 Febbraio 1959, vive attualmente in provincia di Varese, nei pressi del Lago Maggiore. Decoratore, poeta, nel 2016 è stato insignito del titolo di "Accademico Associato nella classe delle Lettere" dall'Accademia Internazionale degli Empedoclei (Istituto superiore di Studi Filosofici di Agrigento) autore di numerose pubblicazioni. Andrea Miceli, fin da bambino ispirato al Soprannaturale, al Divino, tenta attraverso i suoi versi, di trasmettere un inquietudine che arrivi dritto al Cuore. Lo scopo è quello di regalare degli shock Coscienti a tutti, augurando al lettore, di non soffermarsi alla superficialità della vita, ma andare oltre. Perchè è oltre che troviamo le risposte a tutte le domande... Il Poeta è un dono Divinio, che serve come faro per illuminar il Sacro Cammino. Dice di se: "Parlare di me è cosa semplice essendo figlio di un contadino. La mia formazione, il mio apprendimento non è scolastico. Fin da bambino ho attinto la Conoscenza dentro il Mistero della natura e dello Spirituale. Per me la Poesia è Messaggio, Regalo, Sapienza, che va Donata al mondo. Non credo che la Poesia si possa pensare, sono fermamente convinto che la Vera Poesia, deve scaturire necessariamente dal Cuore, attraverso Emozioni Superiori. La Poesia deve lasciare un segno al lettore, che lo scuote dentro. Se così accade allora il Poeta avrà seminato una speranza per una umanità migliore Finchè il Cielo me lo permetterà, scriverò con l'obbiettivo di spronare le Coscienze, alimentare le inquietudini, per un futuro migliore."

Reading a cura dell'Officina dei Poeti

Domenica 6 Ottobre

10:00 Conferenza a cura di Andrea Miceli sul tema “La conoscenza di sé stessi”
10:45 Incontro con l’autore: Maria Teresa Tedde
11:00 Conferenza su Natura, Cultura e Territorio a cura del Prof. A. Loviselli
15:00 Recital: “I Fratelli Grimm”
16:00 Performance di danza a cura di Roberto Magnabosco e Benedetta Bucceri  “Il Giardino dei silenzi” con il contributo della scuola di Danza Arabesque
17:00 Autori: Incontro con  Claudio Demurtas

I protagonisti della giornata

Maria Teresa Tedde

MARIA TERESA TEDDE, docente in pensione, si dedica con passione alla scrittura di racconti, di qualche romanzo ed ora prevalentemente è dedita alla poesia. Ha partecipato a vari reading poetici, su selezione, in varie città sia sarde che lombarde e altro. Maria Teresa racconterà il suo modo di vedere e vivere la poesia e la sua personale visione di Cagliari.

Andrea Loviselli

Professore Universitario; coordinatore corso scienze motorie; direttore scuola specializzazione in medicina dello sport e dell'esercizio. Terrà una conferenza sulla Natura, Cultura e Territorio di Cagliari.

I Fratelli Grimm

I fratelli Grimm sono dei bimbi accomunati dalla passione per la poesia. I nomi dei Fratelli Grimm: LEONARDO CAULI,LUDOVICA CAULI,FEDERICO DEIANA, ASIA MULANA CAROLINA PORRU, LORENZO PEIS, LEONARDO PEIS.

Roberto Magnabosco

Roberto Magnabosco: Diplomato nel 76 Al Teatro della Scala di Milano. Borsa di studio so Kirov Leningrado dove Studia con Rudolf Nurejev. Si specializza amiche in Modern e contemporaneo con I piú prestigiosi Maestri internazionali. Lavora accanto a personaggi di rilievo come: Carla Fracci, Luciana Savignano, Maurice Bejard, Alessandra Ferri, Oriella Sorella. In TV con Raffaella Carrá, Heater Parisi, Lorella Cuccarini, Loretta Goggi, Stefania Rotolo, Minnie Minoprio, Rita Pavone, Carmen Russo. Buona Domenica con Maurizio Costanzo. Teatri Lirici con: Arnoldo Foá, Stefano Vizioli, Dario Fó ecc. ecc... La Bohėme con Bocelli e la Vedova Allegra con Pandolfi e Lauretta Masiero. Corso di Teatro a Cinecittá con Gassman, Proietti, Lopez- Marchesini-Solenghi. Studia canto moderno e Lirico. Insegnante di danza nella sua scuola: Centri Coreografico di danza Arabesque con Benedetta Bucceri direttrice della scuola. Ora a 60 anni si diletta al pianoforte ed ... a far ironia su se stesso dietro consiglio della sua insostituibile Maestra e Partner Assunta Pittaluga.

Benedetta Bucceri

Benedetta Bucceri insegnante di danza, anche un’ottima manager ed organizzatrice di eventi. Ha sempre avuto una grande passione per la danza e la ginnastica artistica, fin da piccola, ma una serie di eventi non le hanno permesso di entrare in questo mondo prima dei 25 anni.Ha intrapreso gli studi della danza seriamente nella scuola di Assunta Pittaluga dove Roberto Magnabosco, fra una tournée e l’altra si manteneva in allenamento e impartiva qualche lezione, contemporaneamente seguiva i corsi di rock acrobatico e latino americano. Grazie ad Assunta Pittaluga e la sua scuola si è perfezionata con grandi nomi della danza contemporanea come Alain Astié e col grande René Maire proveniente dalla Sorbona e trasferitosi a Cagliari nel 1973 in una sua scuola dove ha fatto un percorso specifico dedicato allo sviluppo muscolo scheletrico del bambino.

Claudio Demurtas

Claudio Demurtas è nato a Mores in provincia di Sassari, ma vive a Cagliari fin dall’infanzia. E’ Laureato in giurisprudenza, ha insegnato per molti anni Diritto ed Economia Politica negli Istituti Tecnici commerciali. Si è avvicinato alla scrittura e al romanzo assolutamente per caso, spinto da una intuizione vivificante della sua compagna di vita che gli ha fatto scoprire un modo fuori dall’ordinario di esprimere la sua creatività comunicando in grande con gli “altri”. Nel 2017 ha pubblicato il romanzo Chiaro di Venere presso le Edizioni Eventualmente di Comiso. finalista al premio dell'Istituto Italiano di Cultura di Napoli ed. 2018. Da maggio 2019 gestisce la propria Facebook dove parla dei suoi libri e di letteratura in genere

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp