Terra. Luogo del nostro Abitare
11.12.13 Ottobre 2019

Settimana dedicata a Cagliari e alla riscoperta del Parco di Molentargius, alle sue origini e  quale possa essere il suo futuro, alle suggestioni che può provocare e il benessere che può dare.

2 giornate in cui vivere il Parco di Molentargius

con incontri di approfondimento sulla storia e la cultura di Cagliari, la scienza del territorio, esplorazione della coscienza con musica, versi e suggestioni

Venerdì 11 Ottobre

10:00 Workshop per ragazzi e bambini tenuto da Franca Palmieri in collaborazione con la MEM presso la scuola UP

19:00 Incontri con l’autore: Maria Luisa Petroni  presso il Caffè Letterario Roger Bar

I protagonisti della giornata

Franca Palmieri

Franca Palmieri, Docente di Lettere, Pedagogista, Scrittrice Franca Palmieri nata a Morolo (FR), trasferitasi da Nettuno ad Aprilia (LT) vi risiede sin dall’infanzia. Laureata in Pedagogia ad Indirizzo Letterario e diplomata in Fisiopatologia del bambino, ha conseguito due Abilitazioni in Materie Letterarie e insegnato in due diversi ordini di scuole. Nei lunghi anni di insegnamento ha ricoperto incarichi organizzativi in Progetti Educativi e Aree Funzionali, quali la Valutazione, l’Antidispersione, la Disabilità, la Continuità e l’Orientamento. Ha condotto Laboratori di Scrittura Creativa, Poesia e Teatro con i ragazzi. Cura eventi con poeti contemporanei e di poesia al femminile. Gestisce il blog di scrittura e poesia Arabeschi di luce. Dal 2015 collabora con il team del poeta e scrittore internazionale Beppe Costa. Ha pubblicato i libri di poesie Arabeschi di luce, (2008), Quando la vita profuma di nuovo, (2013), La coscienza e la vanità (2015) e il libro di narrativa per ragazzi, La fiamma del cuore (Pellicano 2016 e ha in preparazione una nuova silloge poetica. Finalista in molti Concorsi Nazionali e Internazionali, ha ricevuto numerosi Premi, Diplomi e Menzioni di Merito. Tra gli ultimi, due Menzioni di Alto Merito Culturale e Narrativo per La Coscienza e la Vanità e La fiamma del cuore dell’Accademia Artisti di Napoli, una Menzione Speciale Favole al Premio Internazionale Montefiore e il Primo Premio Internazionale Speciale Infanzia 2018. Suoi aforismi sono presenti in numerose Agende di Giulio Perrone Editore. È partecipe In SignorNò, poesie e scritti contro la guerra, in LiberAzione PoEtica sulle prigioni, in Poeti da morire, 64 poeti contro la pena di morte e in Sorridi Sei a Nettuno, Cinquanta e più emozioni dalla città del tridente con autori di fama nazionale. Ha ideato, presiede e organizza da quattro anni con grande successo il Premio Nazionale di Poesia Masio Lauretti, gratuito e riservato agli alunni delle scuole Medie e Superiori italiane. È in Giuria al Premio Nazionale Profumi di Poesia 2019. Il Comune di Aprilia le ha conferito il Premio S. Michelino 2018 per la scrittura. Nel mese di Luglio 2019 ha ricevuto il il prestigioso Premio Frumento d’Oro per essersi distinta nella promozione della cultura e della letteratura nei confronti di ragazzi e ragazze.

Maria Luisa Petroni

Maria Luisa Petroni nasce a Nettuno il 2 settembre 1956, amena cittadina marinara dell'hinterland romano, come la vicina Anzio dove risiede da molti anni. Laureata in Scienze Organizzative e Gestionali lavora per il Ministero della Difesa. Appassionata di poesia, arte, natura, ama scrivere da sempre. Inserita nel gruppo “Saffo e le altre”, movimento letterario che ha come obiettivo fondamentale un lavoro di ricerca della cultura prodotta dalle donne per poterla riconsegnare alla memoria collettiva. Partecipa a numerosi reading poetici e concorsi di poesia ricevendo menzioni. Finalista al Premio di poesia “Il Tiburtino 2019”, al “Premio di poesia Il Federiciano 2019” e 3^ classificata al Premio letterario “Profumi di poesia 2019”. Sue poesie sono state inserite in varie antologie tra le quali: - "Poeti da morire" 64 Poeti contro la pena di morte, a cura di Marco Cinque e Beppe Costa, 2018 Pellicano Sardegna, - Il Federiciano 2018 Aletti Editore; - "Enciclopedia di Poesia Italiana 2018 Fondazione Mario Luzi Editore.

Sabato 12 Ottobre

Edificio Sali Scelti Parco di Molentargius – Sala conferenze

10:00 Conferenza. “Economia ecologica o economia ambientale?” Relatore Bruno Daga
11:00 Visita guidata al parco di Molentargius (richiesta prenotazione)
11:30 Incontri con l’autore: Marino Santalucia – Conferenza sulla diversità
12:30 Intervento musicale: Gianfranco Cossu
13:00 Visita al parco di Molentargius – 2° percorso ecologico
16:00 Performance di Daniela Dante: “Invisibili”
17:00 Incontro con Daniela Dante
17:30 Incontri con l’autore: Franca Palmieri

 Aquila Club – Calata dei Trinitari

19:00 II Reading a cura dell’Officina dei Poeti

I protagonisti della giornata

Bruno M. Daga

Bruno M Daga. Presidente C. Fondazione Daga. Presenterà al Parco di Molentargius, il suo intervento : Economia ecologica o economia ambientale? L'economia ecologica è un approccio alla teoria economica incentrato su un forte legame tra equilibrio dell'ecosistema e benessere delle persone. Talvolta indicata come "economia verde", si trova in forte contrasto con altre correnti di pensiero dell'economia. Gli "economisti verdi" spesso hanno posizioni più radicali rispetto a quanto teorizzato dall'economia dell'ambiente, che generalmente ha posizioni più convenzionali su temi come la crescita economica e l'ottimalità. Non parlerò soltanto di questa prima idea di economia ma cercherò di introdurre il messaggio di una possibile rivalutazione delle risorse e di equilibrio economico tra le economie emergenti e quelle storicamente consolidate nel contesto mondiale della produzione e dello sviluppo economico alternativo. Dr. Bruno Daga. Docente emerito di Teoria Monetaria e politica economica internazionale. Tecnologico Baja California. Università di studi economici internazionali. Incaricato studi delle economie del sud Pacifico e centro America. Docente emerito di Antropologia culturale. Storia delle religioni in varie sedi accademiche. Del Messico e della California. Conferenzista internazionale in campo sociale ed economico. Giornalista direttore per le corrispondenze europee di International The News. Presidente C. Fondazione Daga

Marino Santalucia

Poeta. Marino Santalucia nasce a Roma dove risiede tuttora. Nel 2004 entra nell' ONG Emergency. Nel 2010 esce la sua prima silloge dal titolo Versi Riversi ed. GIULIO PERRONE EDITORE. Sue poesie sono pubblicate su diverse antologie, agende letterarie e riviste online. Nel 2011 partecipa a Teatro di Vetro Festival Amaroammore, alla settimana della poesia di Eboli e a Mare in Vista . Nel febbraio 2014 esce Gli Angoli del Corpo ed. MontaG.

Gianfranco Cossu

Chitarrista di Sassari, ha la prima esperienza artistica nel 2001 nei Nasodoble, trio allora composto da chitarra flauto e violino. Nel primo cd dei Nasodoble (Bestiario, 2005) è presente sia come autore (Tartaruga, Duru duru della pigiatura) che come chitarrista (Baccanale). Nel 2006 esce il suo primo personale lavoro discografico (Inquiete Rumorose Finzioni) canzoni interamente scritte e arrangiate dallo stesso autore, per la registrazione delle quali si è avvalso della collaborazione di musicisti provenienti dalla Sardegna e dalla penisola. https://www.rockit.it/…/inquieterumorosefinzioni-inquiete-r… Nel 2013 ha registrato un disco di musiche originali con gruppo Ollantaytambo, trio composto da Clarinetti e Sax (P.Carta Mantiglia) e Contrabbasso (N.Capettini) Il gruppo è stato invitato a partecipare al Festival internazionale ‘Musica sulle Bocche’ 2015.

Daniela Dante

Daniela Dante, si occupa da diversi anni di Teatro, soprattutto civile, ricoprendo ruoli di attrice e di aiuto regista, portando in scena tematiche di attualità politica e sociale, con sguardo e cuore sempre attenti agli “ultimi”, quelli spesso dimenticati, e alle vittime di violenza. Donna dalla grande sensibilità, si avvicina molto presto alla Poesia, che diventa per lei un mezzo potentissimo per esprimere le proprie emozioni. Nel 2012 pubblica la sua prima silloge “Nel soffio del vento” . Molte sue poesie sono presenti in antologie prestigiose della casa ed. Aletti quali Parole in fuga, Il Federiciamo,(2013)L e Lebeg con la sua silloge Dell’Amore a braccio (2015) in cui vengono pubblicate 15 poesie. Altri suoi testi poetici si trovano nelle raccolta Teorema del corpo (Ed.Fusibila 2015- 2018) e nell’Enciclopedia dei poeti contemporanei (2016). Nello stesso anno per le edizioni Pellicano pubblica la sua seconda silloge “ Legàmi” . La sua Poesia ottiene molti riconoscimenti e viene premiata nel concorso”La mia terra ha buona voce” Ed. Valle Sabbia. Per l’Associazione “ Mondo fluttuante” è presente in “ I colori dell’Anima, policromia di versi”(2017) E’ finalista e membro onorario del podguri Klubi Letrar Istog In Kosovo (2017). Nel 2018 vince il secondo premio, ad Istog in Kosovo, nel concorso dedicato a Ibrahim Rugova. Nel mese di maggio 2019 pubblica per la Fondazione Beppe Costa B. Daga la terza silloge “il posto migliore”,sempre nel 2019 riceve un premio speciale per una poesia in dialetto nel concorso El piò en vers,il sesto posto nel concorso internazionale di poesia “Rime sul lago” del comune di Como,alcune sue liriche fanno parte dell’antologia rime sul lago. Nel 2018 diventa membro della giuria del primo Concorso , indetto a Brescia dal Gruppo Poeti e Poesie, presidente Salvatore Fierro, in onore della poetessa Alda Merini di cui porta il nome. Fa parte del Gruppo Il Movimento del sottosuolo e conduce Il Libero Spazio Poetico presso il Caffè Letterario a Brescia. Il suo testo ispirato ad una lirica del poeta Claudio Damiani ha ricevuto il premio speciale della giuria nel concorso internazionale i Colori dell’anima nel mese di settembre di questo anno

Franca Palmieri

Franca Palmieri, Docente di Lettere, Pedagogista, Scrittrice Franca Palmieri nata a Morolo (FR), trasferitasi da Nettuno ad Aprilia (LT) vi risiede sin dall’infanzia. Laureata in Pedagogia ad Indirizzo Letterario e diplomata in Fisiopatologia del bambino, ha conseguito due Abilitazioni in Materie Letterarie e insegnato in due diversi ordini di scuole. Nei lunghi anni di insegnamento ha ricoperto incarichi organizzativi in Progetti Educativi e Aree Funzionali, quali la Valutazione, l’Antidispersione, la Disabilità, la Continuità e l’Orientamento. Ha condotto Laboratori di Scrittura Creativa, Poesia e Teatro con i ragazzi. Cura eventi con poeti contemporanei e di poesia al femminile. Gestisce il blog di scrittura e poesia Arabeschi di luce. Dal 2015 collabora con il team del poeta e scrittore internazionale Beppe Costa. Ha pubblicato i libri di poesie Arabeschi di luce, (2008), Quando la vita profuma di nuovo, (2013), La coscienza e la vanità (2015) e il libro di narrativa per ragazzi, La fiamma del cuore (Pellicano 2016 e ha in preparazione una nuova silloge poetica. Finalista in molti Concorsi Nazionali e Internazionali, ha ricevuto numerosi Premi, Diplomi e Menzioni di Merito. Tra gli ultimi, due Menzioni di Alto Merito Culturale e Narrativo per La Coscienza e la Vanità e La fiamma del cuore dell’Accademia Artisti di Napoli, una Menzione Speciale Favole al Premio Internazionale Montefiore e il Primo Premio Internazionale Speciale Infanzia 2018. Suoi aforismi sono presenti in numerose Agende di Giulio Perrone Editore. È partecipe In SignorNò, poesie e scritti contro la guerra, in LiberAzione PoEtica sulle prigioni, in Poeti da morire, 64 poeti contro la pena di morte e in Sorridi Sei a Nettuno, Cinquanta e più emozioni dalla città del tridente con autori di fama nazionale. Ha ideato, presiede e organizza da quattro anni con grande successo il Premio Nazionale di Poesia Masio Lauretti, gratuito e riservato agli alunni delle scuole Medie e Superiori italiane. È in Giuria al Premio Nazionale Profumi di Poesia 2019. Il Comune di Aprilia le ha conferito il Premio S. Michelino 2018 per la scrittura. Nel mese di Luglio 2019 ha ricevuto il il prestigioso Premio Frumento d’Oro per essersi distinta nella promozione della cultura e della letteratura nei confronti di ragazzi e ragazze.

Enrico Pedrini

Enrico Pedrini, poeta, performer, autore, vincitore dell'Open slam di Cagliari del 2017 è una delle due voci narranti di Terra. Luogo del nostro Abitare IV Edizione.

Reading a cura dell'Officina dei Poeti - Aquila Club

Domenica 13 Ottobre

Edificio Sali Scelti Parco di Molentargius – Sala conferenze

09:00 3° percorso ecologico – Parco di Molentargius
10:30 Conferenza sul sistema “Il compendio del Molentargius : evoluzione e sfide” relatore: Prof.ssa Ginevra Balletto
11:30 Incontro con gli autori: Daniela Dante, Farnca Palmieri,  Maria Luisa Petroni, Marino Santalucia
12:00 Intervento di Francesco Spatara – Pittore

Bistrot Pentagramma – Parco della Musica

16:00 Incontri con l’autore: Marino Santalucia
17:00 
Saluto del Dr Giuseppe Carboni console della Bielorussia
17:30 Incontri con  il pittore Francesco Spatara
18:00 Incontri con l’autore: Franca Palmieri
19:00 Incontri con l’autore: Maria Luisa Petroni

I protagonisti della giornata

Ginevra Balletto

Professore associato di Tecnica e Pianificazione Urbanistica presso l’Università di Cagliari, dove ha insegnato Politiche urbane territoriali. Attualmente insegna pianificazione urbanistica sostenibile e la sua ricerca è rivolta anche alla riqualificazione dei siti degradati industriali ed in particolare a quelli di miniera, pubblicando i risultati su riviste di settore e partecipando a numerosi convegni nazionali ed internazionali. Collabora con il TICCIH (International convention, valorization of industrial heritage),UNI-SEK (dell’Universidad internacional di Santiago del Chile), UNI-CENTRAL ( Universidad Central de Chile) nella redazione di progetti di ricerca in siti abbandonati da riqualificare

Francesco Spatara

Pittore. Accademia delle Belle Arti di Brera di Milano. Ha conseguito attraverso la sua suggestiva arte pittorica esprimere il quotidiano, i sentimenti diversi ed universali dell'umano. Non perdetevi di interagire con l'artista. L’artista e docente d’arte ( insegna al Liceo Artistico di Lanusei) , dopo aver esposto una delle sue opere alla Triennale di arti visive di Palazzo Velli a Roma, è approdato alla 57esima Biennale di Venezia. La qualità dei suoi lavori e il ricercato e profondo linguaggio che connota tutte le sue opere, hanno convinto la commissione selezionatrice. Dopo la Triennale di Roma, il direttore artistico Gianni Dunil ha scelto 40 artisti dalla triennale per portare questa collettiva a Venezia, ospiti del padiglione Guatemala, presso il palazzo Albrizzi, in seno all’evento culturale “Grazie Italia”. Il curatore del padiglione è il critico e storico dell’arte Daniele Radini Tedeschi. Sarà presente al Festival con un suo Workshop sulla sua tecnica pittorica. E una realizzazione con l intervento del pubblico.

Franca Palmieri

Franca Palmieri, Docente di Lettere, Pedagogista, Scrittrice Franca Palmieri nata a Morolo (FR), trasferitasi da Nettuno ad Aprilia (LT) vi risiede sin dall’infanzia. Laureata in Pedagogia ad Indirizzo Letterario e diplomata in Fisiopatologia del bambino, ha conseguito due Abilitazioni in Materie Letterarie e insegnato in due diversi ordini di scuole. Nei lunghi anni di insegnamento ha ricoperto incarichi organizzativi in Progetti Educativi e Aree Funzionali, quali la Valutazione, l’Antidispersione, la Disabilità, la Continuità e l’Orientamento. Ha condotto Laboratori di Scrittura Creativa, Poesia e Teatro con i ragazzi. Cura eventi con poeti contemporanei e di poesia al femminile. Gestisce il blog di scrittura e poesia Arabeschi di luce. Dal 2015 collabora con il team del poeta e scrittore internazionale Beppe Costa. Ha pubblicato i libri di poesie Arabeschi di luce, (2008), Quando la vita profuma di nuovo, (2013), La coscienza e la vanità (2015) e il libro di narrativa per ragazzi, La fiamma del cuore (Pellicano 2016 e ha in preparazione una nuova silloge poetica. Finalista in molti Concorsi Nazionali e Internazionali, ha ricevuto numerosi Premi, Diplomi e Menzioni di Merito. Tra gli ultimi, due Menzioni di Alto Merito Culturale e Narrativo per La Coscienza e la Vanità e La fiamma del cuore dell’Accademia Artisti di Napoli, una Menzione Speciale Favole al Premio Internazionale Montefiore e il Primo Premio Internazionale Speciale Infanzia 2018. Suoi aforismi sono presenti in numerose Agende di Giulio Perrone Editore. È partecipe In SignorNò, poesie e scritti contro la guerra, in LiberAzione PoEtica sulle prigioni, in Poeti da morire, 64 poeti contro la pena di morte e in Sorridi Sei a Nettuno, Cinquanta e più emozioni dalla città del tridente con autori di fama nazionale. Ha ideato, presiede e organizza da quattro anni con grande successo il Premio Nazionale di Poesia Masio Lauretti, gratuito e riservato agli alunni delle scuole Medie e Superiori italiane. È in Giuria al Premio Nazionale Profumi di Poesia 2019. Il Comune di Aprilia le ha conferito il Premio S. Michelino 2018 per la scrittura. Nel mese di Luglio 2019 ha ricevuto il il prestigioso Premio Frumento d’Oro per essersi distinta nella promozione della cultura e della letteratura nei confronti di ragazzi e ragazze.

Maria Luisa Petroni

Maria Luisa Petroni nasce a Nettuno il 2 settembre 1956, amena cittadina marinara dell'hinterland romano, come la vicina Anzio dove risiede da molti anni. Laureata in Scienze Organizzative e Gestionali lavora per il Ministero della Difesa. Appassionata di poesia, arte, natura, ama scrivere da sempre. Inserita nel gruppo “Saffo e le altre”, movimento letterario che ha come obiettivo fondamentale un lavoro di ricerca della cultura prodotta dalle donne per poterla riconsegnare alla memoria collettiva. Partecipa a numerosi reading poetici e concorsi di poesia ricevendo menzioni. Finalista al Premio di poesia “Il Tiburtino 2019”, al “Premio di poesia Il Federiciano 2019” e 3^ classificata al Premio letterario “Profumi di poesia 2019”. Sue poesie sono state inserite in varie antologie tra le quali: - "Poeti da morire" 64 Poeti contro la pena di morte, a cura di Marco Cinque e Beppe Costa, 2018 Pellicano Sardegna, - Il Federiciano 2018 Aletti Editore; - "Enciclopedia di Poesia Italiana 2018 Fondazione Mario Luzi Editore.

Daniela Dante

Daniela Dante, si occupa da diversi anni di Teatro, soprattutto civile, ricoprendo ruoli di attrice e di aiuto regista, portando in scena tematiche di attualità politica e sociale, con sguardo e cuore sempre attenti agli “ultimi”, quelli spesso dimenticati, e alle vittime di violenza. Donna dalla grande sensibilità, si avvicina molto presto alla Poesia, che diventa per lei un mezzo potentissimo per esprimere le proprie emozioni. Nel 2012 pubblica la sua prima silloge “Nel soffio del vento” . Molte sue poesie sono presenti in antologie prestigiose della casa ed. Aletti quali Parole in fuga, Il Federiciamo,(2013)L e Lebeg con la sua silloge Dell’Amore a braccio (2015) in cui vengono pubblicate 15 poesie. Altri suoi testi poetici si trovano nelle raccolta Teorema del corpo (Ed.Fusibila 2015- 2018) e nell’Enciclopedia dei poeti contemporanei (2016). Nello stesso anno per le edizioni Pellicano pubblica la sua seconda silloge “ Legàmi” . La sua Poesia ottiene molti riconoscimenti e viene premiata nel concorso”La mia terra ha buona voce” Ed. Valle Sabbia. Per l’Associazione “ Mondo fluttuante” è presente in “ I colori dell’Anima, policromia di versi”(2017) E’ finalista e membro onorario del podguri Klubi Letrar Istog In Kosovo (2017). Nel 2018 vince il secondo premio, ad Istog in Kosovo, nel concorso dedicato a Ibrahim Rugova. Nel mese di maggio 2019 pubblica per la Fondazione Beppe Costa B. Daga la terza silloge “il posto migliore”,sempre nel 2019 riceve un premio speciale per una poesia in dialetto nel concorso El piò en vers,il sesto posto nel concorso internazionale di poesia “Rime sul lago” del comune di Como,alcune sue liriche fanno parte dell’antologia rime sul lago. Nel 2018 diventa membro della giuria del primo Concorso , indetto a Brescia dal Gruppo Poeti e Poesie, presidente Salvatore Fierro, in onore della poetessa Alda Merini di cui porta il nome. Fa parte del Gruppo Il Movimento del sottosuolo e conduce Il Libero Spazio Poetico presso il Caffè Letterario a Brescia. Il suo testo ispirato ad una lirica del poeta Claudio Damiani ha ricevuto il premio speciale della giuria nel concorso internazionale i Colori dell’anima nel mese di settembre di questo anno

Marino Santalucia

Poeta. Marino Santalucia nasce a Roma dove risiede tuttora. Nel 2004 entra nell' ONG Emergency. Nel 2010 esce la sua prima silloge dal titolo Versi Riversi ed. GIULIO PERRONE EDITORE. Sue poesie sono pubblicate su diverse antologie, agende letterarie e riviste online. Nel 2011 partecipa a Teatro di Vetro Festival Amaroammore, alla settimana della poesia di Eboli e a Mare in Vista . Nel febbraio 2014 esce Gli Angoli del Corpo ed. MontaG.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp