Terra. Luogo del nostro Abitare
IV Edizione

2019 - CAGLIARI

4 settimane per riscoprire Cagliari, la sua cultura, la sua scienza, il suo paesaggio. Esplorando la sua diversità e nuove direzioni

4 settimane a Cagliari per esplorare la sua diversità

5.6 Ottobre

La prima settimana regala 2 giornate in cui vivere l'Orto Botanico di Cagliari, con incontri di approfondimento sulla storia e la cultura di Cagliari, la scienza botanica, esplorazione della coscienza con musica, versi e danza.

11.12.13 Ottobre

La seconda settimana porterà l'esplorazione del magnifico Parco di Molentargius, tra natura e antropizzazione, scienza, poesia e musica, il venerdì precede con un workshop per i più piccoli alla Mediateca del Mediterraneo

18.19.20 Ottobre

La terza settimana ci porta la passione per la scienza con seminari e incontri, la giornata di domenica sarà dedicata alla riscoperta del porto di Su Siccu e alla regata annuale dei Canottieri Ichnusa che ospiteranno gli eventi della giornata. presso la loro sede.

25.26.27 Ottobre

Quarta settimana dedicata all'arte, letteratura, musica, teatro, nell'ultima settimana la manifestazione diviene itinerante portando alla riscoperta di angoli nascosti della Città.

Perchè un festival

Il Comitato Fondazione Daga si adopera da diversi anni per la promozione culturale a carattere filantropico del tema neuoridiversità in ambito culturale, sociale e scientifico attraverso numerose attività di comunicazione e promozione svolte in questi anni sia a livello nazionale che nel territorio della Regione Sardegna, in collaborazione con le Istituzioni Pubbliche, Sindaci e i Comuni, che hanno ospitato le nostre manifestazioni: Torino, Cagliari, Sassari, Vigevano, Collinas, Ozieri e altri comuni dell'isola. Il Festival è l’ambiente da noi considerato tra i più belli ed efficaci per favorire l’informazione e l’interazione sociale dell’intera comunità. Le Arti liberali e la Scienza offrono opportunità di coesione e di crescita culturale e d’incontro, suscitando conseguente sensibilità alla nostra partecipata collaborazione con le realtà del territorio. La festa e la Scienza, la conoscenza della cultura di un territorio divengono binario del servizio sociale e scientifico. Un festival a basso impatto ambientale. Perché? Intanto, giusto per iniziare, lo stile che sino ad oggi ha contraddistinto tutte le attività del C. Fondazione Daga, hanno rispettato sin dal primo evento il rispetto assoluto della natura, del paesaggio e delle genti. Un festival a dimensione dell’uomo, sul livello della terra. Il nostro concetto e filosofia di vita ci conduce prima di tutto al rispetto delle necessità di chi noi rappresentiamo: persone autistiche, Asperger, le persone afflitte da neuroatipicità sopraggiunte. Dunque, un festival diverso, senza grandi palchi né grandi amplificazioni o imponenti impianti luci, senza libretti con programmi, senza sponsors, con eventi totalmente gratuiti organizzati grazie alle Istituzioni che mettono a disposizione le sedi e ai collaboratori e agli ospiti che regalano a questo evento un po' del loro tempo e del loro sapere. Non abbiamo bisogno di palchi per parlare di neuroscienze, di arte, di poesia, musica e tanto altro. Utilizziamo con rispetto gli spazi delle città che vengono messi a disposizione gratuitamente dalle Istituzioni, società ed associazioni. Crediamo nelle possibilità della semplicità dello sguardo attento, senza megaschermi, dell’ascolto felice, della vicinanza. Non cerchiamo le masse ma le persone da abbracciare da fare amiche. Il nostro intento è quello di offrire un festival diverso, visto pensato dai neuro diversi, con l’obbiettivo ben chiaro, più che fare ...esserci. Non vendiamo cultura o scienza, offriamo opportunità di crescita, di lettura del consorzio umano delle genti. È noto che le persone autistiche preferiscano luci basse ai riflettori abbaglianti, il suono puro della voce e dello strumento musicale alle amplificazioni elettriche, la voce educata e leggera alle grida e all’improvvisazione. Si tratta di un Festival aperto alla partecipazione di tanti artisti, personaggi noti o totalmente sconosciuti, che offrono la loro gratuita partecipazione per fare conoscere questa Terra, questo mondo con il sentire dei neuro diversi. Una terra meno distratta, un mondo molto ma molto più sensibile; al cielo, alla luce, di suoni, al piacere della vita. Una lettura forse più meticolosa, ma sicuramente senza inganni e bugie. Una verità che viene comunicata con disarmante semplicità. La bellezza della vita, finalmente libera da ogni fraintendimento, senza cause di parte, ma di tutti, per tutti nella diversità. Nelle differenze che uniscono, che sanno aspettare, senza secondi fini. Un Festival della gioia, del sentirci abitanti nei nostri luoghi, nelle nostre storie sincere. Questo è il Festival, farci presenti per esserci e condividere le conoscenze, le nostre esperienze, le scoperte ed infine meravigliarci del nostro pianeta, del nostro mondo cercando di mostrare come potrebbe essere.

I luoghi

Orto Botanico
Parco di Molentargius
Mediateca del Mediterraneo
Chiesa di S. Chiara
Società Canottieri Ichnusa

Contribuisci

Anche un piccolo contributo conta e può essere essenziale alla realizzazione di un evento. Il Comitato Fondazione Daga non richiede fondi pubblici e realizza gli eventi grazie al contributo volontario dei suoi membri, di amici e sostenitori. Aiutaci  anche tu con una donazione, premi il pulsante “Donazione” e procedi, la procedura di pagamento è sicura e viene fornita da PayPal (Europe) S.à r.l.et Cie, S.C.A. 

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp